Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Arrivare a New York

Uno dei primi dilemmi che possono sorgere all’arrivo a uno qualsiasi degli aeroporti di New York è come arrivare al centro della città, Manhattan, o all’alloggio che probabilmente avrai riservato.

Noi saremmo arrivati all’areoporto JFK più o meno intorno a mezzogiorno e avremmo dovuto spostarci fino a Times Square dato che il nostro l’hotel si trovava molto vicino alla famosa piazza, uno dei centri nevralgici della città. Il vantaggio di questa ubicazione è che si trova più o meno al centro di tutto e molti trasporti pubblici passano lì o lì vicino. Uno svantaggio: il traffico di auto e autobus in questa zona è un inferno.

Esistono varie opzioni per compiere il tragitto dall’aeroporto alla città, dipendendo dal budget, dall’ora del giorno e dal livello di comodità che si desidera. Noi ne abbiamo considerate diverse: trasporto esclusivo con autista, trasporto condiviso con autista, taxi e trasporto pubblico. Dopo tanto cercare e confrontare ci siamo decisi per il trasporto pubblico, e in seguito capirete il perché.

Trasporti con autista

Se cerchi in internet incontrerai decine di imprese che offrono spostamenti con autista tra gli aeroporti di New York e il luogo da voi prescelto dentro la città. Le opzioni “esclusive” sono molto care (da 60$ a passeggero) e le “condivise” solo care (da 20$ a passeggero), quantunque più economiche rispetto ai taxi. Sebbene possa sembrare un servizio affascinate (se si ha la possibilità di pagarlo), bisogna tenere in conto alcuni aspetti per entrambe le opzioni:

  • gli importi dei pedaggi da pagare a carico del passeggero (solitamente non sono inclusi nella tariffa)
  • l’importo della mancia (anch’essa non è inclusa)
  • il limite di equipaggiamento incluso nella tariffa base (quello in più si paga a parte)
  • la durata del tragitto (non te lo possono assicurare perché il traffico non si può prevedere), però di solito è tra uno e due ore
  • è difficile stabilire l’ora per farti venire a prendere dato che non sai di quanto tempo avrai bisogno per recuperare le valigie e superare le formalità doganali (e gli autisti considerano il tempo di attesa come extra rispetto alla tariffa concordata)
  • si consiglia di controllare le opinioni su Tripadvisor relative all’azienda che pensi di scegliere per non avere sorprese

In conclusione: con queste opzioni, i cui prezzi base sono già elevati, non sai quanto pagherai alla fine, né quanto tempo avrai bisogno per arrivare a destinazione.

Taxi

Questa opzione è simile a quella del trasporto con autista. Il prezzo è a metà strada tra il trasporto esclusivo e quellol condiviso (circa 60$ a taxi), e il resto dei punti sono uguali: mancia, pedaggi, durata del viaggio, extra per i bagagli.

Aggiungerei anche la difficoltà di incontrare un taxi libero in aeroporto a seconda dell’ora del giorno e dell’affluenza dei passeggeri.

Trasporto pubblico

A priori può sembrare la soluzione più complicata e faticosa dato che bisogna trasportare e sorvegliare le valigie durante tutto il tragitto (e dopo un viaggio in aereo questo non è molto piacevole) e prestare attenzione alle indicazioni e ai cartelli per non perdersi, però ha alcuni vantaggi, oltre a essere la più economica e non risulta tanto complicata se si guardano bene la rotta e le combinazioni.

Nel nostro caso, dopo aver recuperato le valigie e passato alla dogana, abbiamo preso il treno interno dell’aeroporto fino alla stazione Jamaica (AirTrain JFK Red). Questo treno compie un tragitto circolare che inizia e finisce nella stazione Jamaica, passando per tutti i terminal dell’aeroporto. Ci sono treni in entrambi i sensi di marcia, per cui anche se si sbaglia direzione si termina sempre alla stazione Jamaica, sebbene mettendoci più tempo.

Il treno è gratuito tra i terminal e si paga solo all’uscita da esso per andare alla città o per arrivare da quest’ultima. Il prezzo è di 5$ a viaggio.

Dalla stazione Jamaica fino a Times Square abbiamo preso la linea “E” della metro (MTA Subway) in direzione “World Trade Center”, scendendo alla fermata all’incrocio della 7th Ave con la 53rd St che ci ha lasciati a meno di cinque minuti a piedi dalla nostra destinazione.

Questa metro si prende nella stazione Sutphin Boulevard-Archer Avenue che condivide l’edificio con quella della stazione Jamaica. In realtà, sebbene si cambi sistema di trasporto (dal treno alla metro), non è più che un normale trasbordo. Il prezzo del biglietto della metro è di 2,75$.

In totale il tragitto non è durato più di 1h 15m e ci è costato 7,75$ a persona, con un solo trasbordo; probabilmente meno tempo di qualsiasi altro tipo di trasporto e molto più accessibile economicamente, però in cambio di dover camminare circa un quarto d’ora in più con le nostre valigie.

Inoltre, grazie a un’impiegata di MTA abbiamo risparmiato qualche dollaro. Il sistema di pagamento di metro e autobus a New York funziona ricaricando una tessera che si deve acquistare la prima volta che si utilizza.

Mentre stavamo andando a pagare l’AirTrain per uscire dall’aeroporto ed entrare nella metro, l’impiegata ci ha consigliato di andare nel chiosco di fronte alla biglietteria a comprare la tessera MetroCard a 10$ che avremmo poi usato continuamente nella metro e che includeva: il costo della tessera (1$), il costo dell’AirTrain (5$) e due biglietti della metro (2,75$ x 2). Risparmio: 1,5$ a persona

La nostra scelta è caduta sul trasporto pubblico e crediamo sia stata azzeccata, per il prezzo e il tempo. Forse se il nostro aereo fosse arrivato la mattina presto la scelta sarebbe potuta essere diversa per evitare di dover camminare a quell’ora nelle gallerie della metro di New York.

Da JFK a New York

Itinerario: Percorso JFK – Times Square su Google Maps
AirTrain: Informazioni AirTrain
Metro e autobus: MTA

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.